MOZAMBICO


Il Mozambico è stato il Paese in cui nel 1988 è cominciato l'impegno di CCS.

Oggi siamo presenti in circa 50 comunità delle province di Maputo, Sofala e Inhambane.

Nella provincia di Maputo, la più meridionale del paese, siamo presenti in tre dei sette distretti che la compongono: Marracuene, Moamba, e Boane. Si tratta di aree prevalentemente rurali, dove la popolazione vive di agricoltura, allevamento e pesca artigianale.

La piaga dell’Aids e una profonda e diffusa povertà, “eredità” della guerra civile scoppiata dopo avere raggiunto l’indipendenza dal Portogallo, sono le ragioni che ci hanno spinto a intervenire nel Paese e in questa provincia.

L’obiettivo è di garantire ai bambini e alle loro famiglie l’accesso a diritti quali l’istruzione, l’igiene, la nutrizione altrimenti negati, anche attraverso forme locali di partecipazione comunitaria.

La provincia di Sofala, nel Mozambico centrale, ha pagato le ripercussioni più gravi della guerra civile.

Attualmente operiamo nei Distretti di Gorongosa e Maringue, capisaldi del braccio armato del principale partito dell’opposizione. Anche se negli ultimi anni la situazione economica ha registrato dei segnali di crescita, la povertà è ancora molto diffusa, soprattutto nelle zone rurali. Sono frequenti calamità naturali quali siccità e alluvioni che distruggono l’economia di sussistenza della popolazione. A Sofala miriamo a creare condizioni generali di sviluppo, curando in particolare il settore educazione.

Il distretto di Vilankulo, situato nel Nord della provincia di Inhambane, è considerato una regione turistica ed estrattiva: nonostante ciò, le ricadute locali sono minime essendo gli investitori quasi essenzialmente sudafricani, che poco lasciano alle popolazioni autoctone.

L’economia reale si basa essenzialmente su attività di sussistenza attraverso i prodotti dell’ambiente circostante, mare e terre laddove coltivabili.

La situazione economica, già precaria, viene complicata da siccità e cicloni che periodicamente flagellano la regione. Anche in questo distretto implementiamo iniziative volte a garantire ai bambini e alle loro famiglie l’accesso a diritti quali l’istruzione, l’accesso alla acqua potabile e ai servizi igienici, la salute.          

Foto

Video